Prima squadra

LIONS BISCEGLIE: TANTA QUALITÀ CHE STENTA AD INGRANARE

Lorenzo Falangone
21.10.2017

Inizio non facile per Lions Bisceglie nel campionato di Serie B 2017/18, sebbene si tratti di una delle compagini partite coi favori del pronostico. Nella prima giornata, tuttavia, una sconfitta di 1 con Amatori Pescara seguita dalla sofferta vittoria con Virtus Civitanova Marche e dal nuovo ko interno con Giulianova. La sensazione è che Bisceglie soffra l'assenza dei play Di Emidio e dell'ala Castelluccia.

Nel ruolo di play si alternano Di Emidio, un trottola che crea vantaggi in penetrazione e aprendo varchi per i tiri aperti dei compagni, e Diomede, esperto con alle spalle campionati di B vinti (lo scorso anno a Montegranaro), un play meno esplosivo ma con intelligenza di gioco e ottimo tiro da tre punti. Nel ruolo di ala troviamo Bedetti, tanto lavoro sporco, il classico giocatore che non si prende la luce dei riflettori ma con punti e rimbalzi, predilige il tiro da tre sia piazzato che in uscita dai blocchi. Sotto canestro si alternano Castelluccia, esperta ala con tiro mortifero dai tre punti, vietato concedergli spazi. Azzaro è invece un lottatore, tanto lavoro al servizio dei compagni e capacità di sfruttare i rimbalzi e gli scarichi. Il totem della squadra è Antonelli, classico pivot voluminoso, gioca in post ma ha anche una mano educata pronta al tiro.

Nel triangolare amichevole di settembre, la Frata Nardò soffrì il dinamismo e l'atleticità di Lions Bisceglie, che costrinse i granata a giocare a nove metri dal ferro, anticipando tutte le linee di passaggio. Ci sarà da soffrire. Siamo pronti: a caccia del primo successo lontano dalle mura amiche.

 

Credits: Graziana Cicolella

Commenti

BJELIC, SOGNO REALIZZATO: "TORO, CHE BELLA LA B CON TE"
IL PUNTO SUL SETTORE GIOVANILE