Prima squadra

OCCHIO FRATA NARDÒ, ANCHE SAN SEVERO HA TREMATO CON TERAMO

Lorenzo Falangone
09.12.2017

Domani al "Velodromo degli Ulivi" la Frata Nardò ospiterà Teramo, squadra con due punti in più in classifica e che nel turno infrasettimanale - sconfitta per sole due lunghezze - ha dato filo da torcere alla capolista San Severo. Un roster esperto condito da under che offrono un buon contributo.

Sono due i play, entrambi di categoria: Salamina e Musso. Bravissimi nel pick, molto spesso cercano la soluzione migliore per il giusto assist al compagno. Salamina è più realizzatore, Musso nei momenti topici si assume molte responsabilità sia in arresto-tiro, che in penetrazione e col tiro da fuori. Dalla panchina subentra anche Piccinini, classe '98, cresciuto dal settore giovanile del Basket Latina (Legadue) e lo scorso anno ad Anzio in Serie C, pulito in attacco e aggressivo in difesa.

Nolli è invece un '95 "tascabile", da diversi anni a Teramo: sfrutta gli scarichi dei compagni con ottima mano da fuori e in difesa offre il suo valido contributo. Nel ruolo di 3-4 si interscambiano Staffieri e capitan Lagioia (da tre stagioni a Teramo). Entrambi simili per caratteristiche: sono dei 4 adattati che allargano il campo sfruttando gli scarichi dei play, entrambi ottimi tiratori e rapidi per giocare in 1vs1 contro i 4 avversari.

Nel ruolo di pivot c'è Cicognani, classe '92 di 205cm, molto voluminoso, utilizza molto bene il fisico per prendere posizione in post. Non eccellente nel tiro da fuori ma validissimo in area, ottimo semigancio: tipico pivot vecchio stampo che si fa apprezzare anche per il gioco a due con Salamina o Musso. Il suo cambio è un '97 scuola Fortitudo Bologna, Errea, molto alto e con leve lunghe. Mancherà invece Milojevic ('98), nella scorsa annata a Barcellona Pozzo di Gotto col nostro Jeff Rodriguez, finora il suo apporto si è rivelato importantissimo: il suo atletismo gli consente di andare spesso a chiudere con schiacciata.

Credits: R. Latino

Commenti

TORO, CHE BEFFA. VINCE RECANATI DI UN SOFFIO
IL PUNTO SUL SETTORE GIOVANILE: BENE UNDER 13, 14 E 18