Prima squadra

LE MANI CALDISSIME DI LEONZIO E POTÌ: ARRIVA PESCARA

Al Pala “Andrea Pasca” gli uomini di coach Quarta ospiteranno domenica (ore 18.00) gli abruzzesi, secondi in classifica con 22 punti

Lorenzo Falangone
11.01.2019

Un osso duro sulla strada dei granata. Domenica 13 gennaio al Pala “Andrea Pasca” (palla a due alle ore 18.00) la Frata Nardò ospiterà Amatori Pescara di coach Stefano Rajola, compagine che occupa il secondo posto in classifica – alle spalle dell’armata San Severo – e reduce dallo stop di Bisceglie, dopo un filotto di nove vittorie consecutive. Un team di rango con qualità tecniche, fisiche e atletiche.

In cabina di regia Michele Caverni, mancino che ama attaccare il ferro, abile nel gestire i ritmi e con un buon tiro da fuori: il motorino della squadra. Da 2 giostra Ennio Leonzio (top scorer con 213 punti), tra i più forti esterni della categoria, tanta qualità nel tiro da fuori. La Frata Nardò conosce bene il 3 degli abruzzesi, Alessandro Potì – nella passata stagione in granata – attaccante di forza e qualità che fa dal tiro da tre la sua arma migliore. Nel ruolo di 4 Marko Micevic (serbo con nazionalità italiana e sanmarinese), dotato di un fisico robusto anche se non eccelsa velocità, certamente non semplice da tenere a bada sul piano difensivo. Il capitano è Andrea Capitanelli, carismatico centro di 208 cm, considerato ormai un veterano a Pescara, mancino pericoloso vicino al ferro.

Dalla panchina la guardia e all’occorrenza play Gianluca Carpanzano, buon tiro. L’ala Alberto Serafini è sempre pronto a subentrare e a cambiare in corsa l’andamento del match, un giocatore che nella gara d’andata fece molto male ai granata, apportando energia e quantità. Completa il “pacchetto riserve” Luca D’Eustachio, play classe ’99 con corsa e aggressività.

All’andata terminò 96-77 per gli abruzzesi al PalaElettra, era il primo match del campionato 2018/19. Nel frattempo di acqua sotto i ponti ne è passata: Amatori Pescara difficilmente ha incontrato stop (solo tre sconfitte), più tribolato il cammino dei granata. Ma al Pala “Andrea Pasca” tutto può succedere.

Commenti

TORO, SOLO CARBONE NELLA CALZA: SENIGALLIA BRILLA AL PALAPANZINI
L'UNDER 15 È UNA SCHIACCIASASSI, ISERNIA NEL MIRINO PER L'UNDER 18